OSTEOPOROSI SI PUÒ PREVENIRE?

Iniziamo col dire di cosa si tratta. L’Osteoporosi è una malattia asintomatica che porta alla graduale perdita della massa ossea e conseguenti fratture o problemi di natura comunque ossea.

Seppur nella maggior parte dei casi colpisca le donne, anche gli uomini non sono esenti da questa patologia. Per le donne a partiredai 50 anni, a meno che non ci troviamo di fronte ad una menopausa precoce, mentre per gli uomini tendenzialmente intorno ai 50-60 anni.

 

Prevenire l’Osteoporosi non solo si può, ma si deve. Avete capito bene. Fondamentale è pensarci da giovani, con una serie di accorgimenti che probabilmente adesso ci sembrano semplici e banali, ma che un giorno potrebbero, se non salvarci la vita, almeno prolungare o dilatare i tempi di questa malattia nel tempo e rinviare i suoi effetti il più tardi possibile.

 

Perché da giovani? Perché in questa fase il nostro organismo raggiunge il picco massimo di massa ossea e questo permette di accumulare sostanze utili come il Calcio e la vitamina D, da cui dipende la resistenza ossea che servirà nei prossimi annia contrastare questa patologia.

 

Esiste però una fase normalmente lunga nella quale è possibile intervenire in maniera più soft ma molto efficace, assumendo vitamina D e integratori, migliorando il proprio stile di vita ed effettuando, se prescritti, esami non invasivi. Detto questo, il consiglio è quello di affidarsi al proprio medico che potrà indicarvi la soluzione migliore o consigliarvi esami più specifici.

 

Nonostante ci siano condizioni per le quali non si può intervenire esistono altresì dei punti sui quali è possibile lavorare per ridurre il rischio di perdita di massa ossea e di conseguenti fratture col passare del tempo:

 

 

  1. Assunzione adeguata di Calcio e Vitamina D
  2. Attività fisica
  3. Peso adeguato
  4. Evitare un consumo eccessivo di alcol
  5. Evitare di fumare

 

 

Il Calcio è un elemento fondamentale per le nostre ossa, il nostro scheletro ne contiene il 99% di tutto l’organismo. E’ indispensabile assumerlo naturalmente con un’alimentazione corretta.

 

La Vitamina D è un elemento altrettanto importante e indispensabile per l’assorbimento del Calcio. E’ una vitamina prodotta dal nostro organismo in reazione alla luce solare, attraverso la cute, e grosso modo la quantità prodotta riesce a soddisfare il fabbisogno quotidiano. Possiamo comunque aiutare l’introduzione di questa vitamina traendolo da alimenti qualipesci grassi (Trote salmonate, Salmone), latticini e uova.

 

L’Attività fisica stimola il nostro organismo e quindi le nostre ossa, riducendo il rischio di Osteoporosi e irrobustendole a sua volta. Al contrario la sedentarietà favorisce questa malattia in quanto, non attivando l’organismo,tende arendere più soggetti a fratture, soprattutto quella del femore o ad altri problemi correlati all’Osteoporosi.

 

Il Peso adeguato è importante, perché uno squilibrio sia da una parte che dall’altra potrebbe compromettere lo stato di salute osseo del vostro organismo. Troppo magri esporreste il vostro fisico a fratture e in futuro all’Osteoporosi, esercitando un carico insufficiente sullo scheletro.

Il sovrappeso o addirittura lo stato di obesità, che è collegato in qualche modo alla sedentarietà, potrebbero portare a malattie cardiovascolari o diabete, che per le ossa sono veleno.

 

Il Consumo eccessivo di alcol è distruttivo per le nostre ossa. L’alcol tende ad inibire le cellule dedicate alla produzione di nuovo osso e al contempo stimola quelle deputate alla distruzione del tessuto osseo “vecchio”, riduce la produzione degli ormoni che stimolano la produzione dell’osso e l’assorbimento del Calcio.

 

Evitare di fumare oltre a salvarci la vita per una serie di motivi ormai noti a tutti, riduce di almeno la metà, rispetto ad un fumatore,la possibilità di fratture e soprattutto di quelle al femore.

× Contattaci su WhatsApp!