La ginecologia è una branca della medicina che si occupa dell’apparato genitale femminile, in particolare della prevenzione e cura delle patologie della donna.
 
La ginecologia nell’ultimo secolo ha progredito molto nelle tecniche e nelle metodiche, giungendo a traguardi all’avanguardia, con conseguenze cliniche molto importanti, come ad esempio la lotta contro i tumori dell’apparato riproduttivo femminile, sia sul piano terapeutico sia su quello della diagnosi precoce e della prevenzione. 
 
Sono stati fondamentali, in questo campo, i test diagnostici, 
come il Pap test, che permettono di scoprire lesioni precancerose o tumorali, asintomatiche, si effettua cioè anche in donne sane senza alcun segno di possibile malattie.
Lo scopo è proprio individuare precocemente tumori del collo dell’utero o alterazioni che col passare degli anni potrebbero diventare tali, per tale motivo dunque andrebbe eseguito con regolarità, ogni 3 anni, da tutte le donne, dopo l’inizio dell’attività sessuale o comunque a partire dai 25 anni di età.

Fa male il Pap test?

L’esame non è doloroso, ma per alcune può essere più fastidioso che per altre, proprio in base alla soggettività di ognuno di noi, e si effettua con le stesse modalità di una visita ginecologica.

Il medico utilizza una speciale spatola e un bastoncino cotonato che servono a prelevare quantità minime di muco rispettivamente dal collo dell’utero e dal canale cervicale. Su questo campione, in laboratorio, si farà l’esame citologico.

Per chi è Indicato?

NO

  • In presenza di flusso mestruale NON è possibile effettuare il pap test, dunque è bene fissare l’appuntamento almeno tre giorni dopo la fine delle mestruazioni e una settimana prima di quando si pensa che possa iniziare il ciclo successivo. In caso le mestruazioni dovessero arrivare nei giorni precedenti o il giorno stesso della visita, occorre rimandare l’esame.

SI’

  • Gravidanza. E’ possibile farlo in caso di gravidanza, importante che la paziente informi, chi esegue l’esame, della propria condizione. 
  • L’uso di contraccettivi orali o la presenza di una spirale intrauterina non sono controindicati per l’esecuzione del test.
  • Menopausa. Le donne in menopausa devono continuare a sottoporsi all’esame, almeno fino ai 65 anni di età, anche se non hanno più rapporti sessuali.
  • Le donne vergini, che non hanno mai avuto rapporti sessuali completi, possono comunque provare a eseguire l’esame. Il medico, informato di tale condizione, utilizzerà uno strumento adatto per eseguire il prelievo, anche se può  capitare in questi casi che risulti difficile riuscire a prelevare dal collo dell’utero il campione di muco da esaminare. Nonostante queste potenziali difficoltà, alle donne adulte è consigliato di sottoporsi al pap test perché, sebbene il rischio di cancro al collo dell’utero sia comunque basso in una donna vergine, possono capitare dei casi, seppur rari, che si sviluppano indipendentemente dall’infezione da papilloma virus (HPVtrasmessa da un partner.
  • Le donne sottoposte a isterectomia dovrebbero consultare il proprio medico per sapere se c’è l’indicazione a effettuare lo screening. 

Il presente testo non costituisce un parere medico

 

Nel nostro studio si effettuano:

  • Visita specialistica ginecologica: € 70
  • Visita specialistica ginecologica + ecografia transvaginale: € 105
  • Visite ginecologica + Pap test + ecografia tranvaginale: € 140
  • Pap test: € 35
  • Visita Senologica: € 60
  • Pap test + ricerca HPV associata: € 60
  • Visita per contraccezione di emergenza: € 70
  • Tamponi vaginali completi: € 110

Prenota un appuntamento

Ti contatteremo il prima possibile per confermarlo.

 

[/vc_column_text]

[/vc_column][/vc_row]

× Contattaci su WhatsApp!